Pizza capricciosa: storia e curiosità di una delle pizze più gustose

in pizza
maggio 29, 2019
by
Nessun commento

Volete scoprire come è nata la pizza capricciosa? Vediamo storia e curiosità della pizza capricciosa, la più screditata fra le pizze tradizionali.

La pizza è uno dei cibi più amati in tutto il mondo e fra le pizze classiche per antonomasia troviamo la margherita, la marinara e anche la pizza capricciosa. Ogni paese all’estero ci invidia questa prelibatezza e ogni pizzaiolo a proprio modo reinventa questo semplice e antico piatto.
Con i nuovi ingredienti e accostamenti, negli ultimi anni la pizza ha subito un forte cambiamento, si è iniziato a prestare più attenzione al modo in cui viene preparata e da qui sono nate le pizze “gourmet”. Ci sono però questi intramontabili classici che almeno una volta nella vita abbiamo assaggiato tutti e ancora, nonostante i nuovi gusti, rimangono fra le nostre preferite.
Scopriamo storia e curiosità della pizza capricciosa, la più discussa fra le pizze tipiche.

 

La storia della pizza capricciosa

La pizza capricciosa è nata come una pizza di scarto, veniva infatti preparata una base margherita con pomodoro e mozzarella a cui si aggiungevano gli avanzi di cibo rimasti.
Per questo motivo è sempre stata un po’ snobbata, veniva considerata come una pizza di categoria B perché associata ad ingredienti di poco valore, non freschi e mal conservati.

Fin da subito i componenti principali utilizzati furono i carciofini sott’olio, le olive, i funghi e il prosciutto cotto. Alcune varianti prevedevano anche l’uso di peperoni, salsiccia e in certi casi anche l’uovo sodo.

Nel corso degli anni la pizza capricciosa ha avuto alti e bassi, rimanendo però sempre una delle pizze più amate.

 

Qual è la differenza con la pizza quattro stagioni?

Ammettiamolo, tutti ci siamo posti questa domanda. La risposta è molto semplice: la posizione degli ingredienti sulla pizza.

Ebbene sì, questi due classici si differenziano solo per il posizionamento di essi. Per la capricciosa vengono sistemati tutti insieme, mentre per la quattro stagioni è d’obbligo dividere ogni ingrediente che segna, appunto, la differenza delle quattro stagioni.

 

Solo ingredienti di qualità per una pizza capricciosa eccezionale

A fare la differenza fra una buona pizza e una pizza eccellente, sono proprio gli ingredienti.

Per ottenere un ottimo risultato sono indispensabili un impasto e una lievitazione perfetta, ma è altrettanto importante selezionare con cura ciò che andrà a guarnirla.
Da 400 gradi Pizzeria Taranto utilizziamo solo prodotti di prima scelta per preparare la nostra pizza capricciosa. Primo fra tutti il pomodoro San Marzano dell’Agro sarnese-nocerino per preparare, insieme alla mozzarella, una base gustosa e saporita. Adagiamo poi sopra del prosciutto cotto rigorosamente IGP insieme a carciofi, olive e squisiti funghi champignon. Cuociamo poi nel tradizionale forno a legna per ottenere la tipica pizza napoletana.

Abbiamo scoperto storia e curiosità della pizza capricciosa, una delle pizze classiche della tradizione italiana. E abbiamo visto come una pizza di serie B può invece diventare un’ottima pizza. La nostra proposta, infatti, conserva gli ingredienti tipici della capricciosa ma aggiunge la qualità, per poter soddisfare il palato dei nostri clienti.

Se avete voglia di provare una pizza capricciosa a Taranto cotta nel tradizionale forno a legna, non vi resta altro che passare da 400 gradi Pizzeria Taranto e gustarvi la nostra pizza.

 

 

1.160 Visitatori

Contatti.
099 400 7115
Via C.Giovinazzi, 23 - Taranto